Storie di auto e di persone... una raccolta di testimonianze legate alle storie personali con l'automobile... Si ringraziano tutti coloro che con la loro partecipazione al forum, il loro contributo fatto di immagini e documenti, la loro grande passione, arricchiscono ed impreziosiscono il sito www.kadett.it sia in termini di contenuti che di valori umani
 
Condividi
     
 
...
"Storie e racconti ,,
 
6 cuori e una "kadett"
...
di 6cuorieunacasetta
________

6cuorieunacasetta

Mammaaa! Da dieci anni questo è il mio nome. Mammaaa! E' il grido che riecheggia dai quattro angoli della nostra casetta di giorno e, spesso, di notte. Corro di qua, corro di là, pulisco nasini colanti e sederini puzzolenti, lavo montagne di mini vestiti (che non stiro). Racconto favole, controllo compiti, preparo vitaminici minestroni che la famiglia mangia per disperazione (non c'è altro). E a sera... ah, a sera...(ops, scusate pargoli, sono inciampata sulle vostre costruzioni),cado, letteralmente, tra le braccia di un marito speciale: sì, sono felice!

 

domenica 19 giugno 2011

gioielli

Ore 13.
Parcheggio la mia Opel del 1979 di fronte alla scuola d'infanzia, devo recuperare il mio cinquenne.
Da qualche tempo ho la tendenza a perdere ogni cosa, quindi poso le chiavi dell'auto sul seggiolino di Elia, così evito il rischio di dover tornare a casa a piedi.
Dal cancello dell'asilo esce un distinto signore. Tiene per mano un bimbetto. Una bimba più grande gli cammina a fianco.
- Nonno, la mamma di Orlando ha una Ferrari! E' bellissima!
Il distinto signore guarda la mia auto. Guarda anche me.
- Beh, non è che sia proprio una Ferrari...
Interviene la bambina:
- Nonno, non sarà una Ferrari... ma le assomiglia tantissimo!
Sorrido al terzetto. Ferrari, Opel... basta che camminino...
Entro a scuola, a prendere il mio gioiello.
.....

martedì 21 giugno 2011

gioielli 2 - la mia opel fa scintille

......
Imbocco la via della scuola d'infanzia, accosto al marciapiede, spengo il motore, scendo.
Davanti al cancello incrocio una mamma, mi saluta e mi dice:
- Sai che il mio bimbo D è innamorato della tua auto?
- Davvero?
- Sì. Vuole chiederti se, quando non la usi più, ce la regali!

Insomma, la mia Opel piace!
......

mercoledì 22 giugno 2011

 

gioielli 3 - non si può piacere a tutti

 
.... ...
Diverse volte al giorno, una bianca Opel d'epoca scorrazza, scoppiettando allegramente, su e giù per la collina. Al volante c'è mamma 6cuori. Dai vetri dei finestrini si intravedono le faccine dei suoi figlioli: uno, due, tre, quattro.
Su e giù per la collina, verso la scuola, la casa di un amichetto, il parcogiochi, il supermercato.
Mamma 6cuori e la bianca Opel sono una coppia affiatata. In otto anni di vita insieme, mai un guasto, mai un meccanico.
Inconvenienti? Son quisquilie: qualche maleducata strombazzata, se si arranca su per una ripidissima salita; qualche piccolo allagamento del bagagliaio, in caso di forte pioggia; qualche vetro che non vuole spannarsi, quando il clima è troppo freddo e troppo umido.
Però l'altro giorno...
Andando verso casa, l'allegra Opel è passata davanti ad un gruppo di preadolescenti (età ingrata) e una frase, detta sghignazzando, è volata in aria, è entrata dai finestrini, è rimbalzata per tutto l'abitacolo.
- Mamma, che hanno detto quei signori?
- Mmmh, cosa? Non ho sentito.
- Ma se hanno urlato!
- Mamma, hanno detto:"Guarda che vecchia carriola che sta passando"!
- Mamma, che significa "vecchia carriola"?
- Mamma, ma si riferivano alla nostra macchina?

Sì, quei giovin signori si riferivano alla nostra macchina. Furtivamente, mi son data un'occhiata nello specchietto retrovisore... tutto d'un tratto mi sono sentita una "vecchia carriola" anch'io.

PS per Tri: no, cara Tri, questa volta non ho investito degli extraterrestri facendo una retro! ;)
PS: partiamo!
 
 
 
 
Si ringrazia l'autrice per aver concesso la pubblicazione dei suoi scritti su kadett.it, tratti dal blog originale ai seguenti link:
 
 
     
Contatore visite gratuito
 
online dal 15-04-2008